Rikard Sjoblom (Beardfish)

Rikard Sjoblom (Beardfish)

domenica 26 febbraio 2017

This Winter Machine

This Winter Machine è un progetto di un quintetto di musicisti provenienti dalla Contea Metropolitana dello Yorkshire Occidentale.
I cinque inglesi, non proprio giovanissimi e con  svariate esperienze professionali alle spalle, hanno dato vita ufficialmente al gruppo nel Maggio del 2016 e nel Gennaio del 2017 hanno rilasciato il loro primo disco "The man who never was" (L'uomo che non è mai esistito) che prende il titolo da un bel film di spionaggio del 1956 diretto da Ronald Neame e presentato al Festival di Cannes.
Il sound della band, nelle cinque tracce del lavoro d'esordio per quasi 50 minuti di musica,  è un neo prog incline al melodico, ma realizzato con gran gusto e con un ottimo apporto vocale di Wynter, accanito fans dei Rush.
Line up: Gary Jevon: chitarre. Marcus Murray: batteria. Mark Hagan: tastiere. Al Wynter: voce e al basso Peter Priestly.
Sito Ufficiale: https://thiswintermachine.com/home

Album consigliato: The man who never was (2017)

venerdì 24 febbraio 2017

Yggdrazil

Yggdrazil prende spunto dala parola Yggdrasil  (nella mitologia scandinava rappresenta il "grande albero" che, con i suoi rami, mette in correlazione cielo, terra e inferi).
Il progetto dei campani, da non confondersi con la prog band delle Isole far Oer  (vedi: http://progressivedelnuovomillennio.blogspot.it/2016/11/yggdrasil.html) ha preso forma nel 1999 e solamente nel 2005 sono arrivati a rlasciare discograficamente (autoproduzione) il loro primo (e finora unico) disco "Settimo grado di separazione" che è stato ripubblicato nel 2012, con quattro bonus tracks,dalla label italiana -specializzata in rock psichedelico-Psych Up Melodies.
Il loro sound, con un cantato prevalentemente in Inglese, si accosta con energia e vitalità all'hard rock progressivo anni 70 con incursioni in lande musicali etniche. 
Line up:Francesco Graziosi: voce Ivan Oliviero: batteria. Antonio Pagnotta: chitarra
e Gerardo Iorlano: basso.
Link utile: https://www.rockit.it/yggdrazil/album/settimo-grado-di-separazione/757



Album consigliato: Settimo grado di separazione (2005)

giovedì 23 febbraio 2017

Tacita Intesa

La Valle del Casentino a nord di Arezzo è un luogo ricco di arte, storia e scenari incantevoli ed è anche sede del progetto Tacita Intesa, un ensamble che si è costituito nel 2012 grazie al desiderio di cinque giovani musicisti di suonare del "sano" rock progressive.  
Nel 2014 fanno il loro debutto discografico con l'autoprodotto omonimo album (che si può ascoltare interamente qua sotto) intriso di reminiscenze prog seventies ma amalgamate con gusto sopraffino e un cantato in italiano. 
Il 22 Gennaio 2016 esce digitalmente un loro bootleg live con una interessante versione di Green Onions, il mitico pezzo del 1962 dei Booker T. & the M.G.'s. 
Il gruppo aretino per il 2017 sta preparando il secondo album in studio.
Line up:Alessandro Granelli: chitarra e voce. Filippo Colongo: chitarra.Daniele Stocchi: tastiere. Thomas Crocini: basso e il batterista Davide Boschi che ha sostituito dopo la realizzazione del primo disco Pasquale Balzano.
Link utile: https://tacitaintesa.bandcamp.com

Album consigliato: Tacita intesa (2014)

martedì 21 febbraio 2017

Karmamoi

I romani Karmamoi sono un progetto che nasce nel 2008 ad opera della vocalist Serena Ciacci e del  batterista/compositore /produttore Daniele Giovannoni (classe 1966).
Il duo affiancato dai chitarristi Fabio Tempesta e Alex Massari e dal bassista Alessandro Cefali hanno rilasciato discograficamente, per Crisalide Music, due album: "Karmamoi" nel 2011 e il concept "Odd Trip" nel 2013 oltre all'E.P. nel 2012 "Entre chien et loup".
Successivamente Ciacci e Tempesta lasciano l'ensamble che si struttura in terzetto più ospiti che arrichiscono l'impatto sonoro e nel 2016 esce "Silence between sounds", disco co- prodotto da MarK Tucker (Jethro Tull) che agisce anche come ingegnere del suono.
Il sound del gruppo è ora più articolato e vario con strumenti desueti rispetto all'approccio più heavy pop-prog dei primi due dischi come il violoncello, il flauto o il clavinet.
Da registrare, dopo la registrazione del disco, la defezione anche del bassista Cefali.
Sito ufficiale: http://www.karmamoi.it/?lang=it

Album consigliato: Silence between sounds (2016)

lunedì 20 febbraio 2017

Downlouders

I Downlouders sono un collettivo musicale di Varese che è stato fondato nel 2008.
Il progetto riunisce artisti di diversa provenienza e storia personale, sotto il comune segno dell'improvvisazione con virate psichedeliche.
Nel 2009 esordiscono con  il loro primo album "Haustillio" (scaricabile gratuitamente dal loro sito ufficiale) per l'etichetta indipendente Terra desolata. Nel 2012 compongono in Normandia (Francia) il concept album "Asimov" e nel 2015, per la Lizard Records di Loris Furlan, rilasciano  "Arca" un percorso sonoro di nove tracce per quasi 50 minuti di affascinante sound kraut rock-prog psichedelico che narra la storia di una nave spaziale a forma di capodoglio, astronave alla ricerca di un nuovo pianeta abitabile:ultima speranza per l'umanità. 
 Line up: Andrea Cajelli: batteria, percussioni.Marco Sessa: synth, elettronica. Enrico Mangione: chitarre, synth, tromba, voci. Massimo Martinenghi: voci. Andrea Manenti:basso elettrico, voci. Yed Giordano Viganò: chitarre. Matteo Laudati: chitarre e Giandomenico Fraschini: pianoforte elettrico, batteria 
Sito ufficiale: https://www.downlouders.com

Album consigliato: Arca (2015)

Alex Carpani

Del poliedrico musicista compositore Alex Carpani avevamo già scritto: 
( vedi http://progressivedelnuovomillennio.blogspot.it/2011/10/alex-carpani-band.html ).
L'artista ormai residente a Bologna da tempo in questi ultimi anni ha rilasciato altri due dischi: nel 2014 il concept album 4 Destinies (quattro lunghe tracce per quasi 55 minuti di musica) che annovera il mitico fiatista David Jackson come guest star e il 4 marzo 2016 So close, so far (dieci tracce per 50 minuti di musica più elettronica del consueto).
Line up 2016: Alex Carpani: tastiere, voce e programmazione. Ettore Salati: chitarre acustiche ed elettriche. Joe Sal: voce e chitarre aggiuntive. Giambattista Giorgi: basso e Martino Malacrida alla batteria.
Sito ufficiale: http://www.alexcarpani.com
Qua la Alex Carpani Band live alla Casa di Alex a Milano (27/2/16) esegue The Last Sign, brano finale de So close, so far.



venerdì 17 febbraio 2017

Corpo

E' pur vero che si tratta di brani scritti, arrangiati, prodotti e registrati a Montesardo (LE) da Francesco e Biagio Calignano nel 1979, ma essi sono rimasti in soffitta per oltre 35 anni per cui di fatto è una pubblicazione del terzo millennio a cura della Lizard Records, con il restauro e il mastering di Matteo Rosafio avvenuto a marzo/aprile 2015.
I Corpo è un trio salentino composto dai polistrumentisti fratelli Calignano (Franco alla chitarra e basso, Mario al basso e Biagio alle tastiere e batteria). 
Il disco Corpo I° & II° consta di nove tracce per 37 minuti di sound strumentale che miscela con buon gusto umori prog-folk psichedelici e kraut rock. 
Link utile: https://www.facebook.com/Corpo-236947323342284/


Album consigliato: Corpo  I° & II° (2016)